• Italiano (IT)
  • English (UK)
Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
blog_soteha_7
Aggiornati insieme a noi
Slider
5 consigli per determinare la migliore soluzione collaboration

5 consigli per determinare la migliore soluzione collaboration

Martedì, 27 Novembre 2018 08:05 Scritto da

Nel 2017 abbiamo visto un importante consolidamento nell’ambito della collaboration. Tra l'acquisizione da quasi mezzo miliardo di dollari di Trello, l'acquisizione di ShoreTel da parte di Mitel e l'acquisizione di Broadsoft da parte di Cisco, è stato un anno intenso. Nel 2018 è stato più o meno lo stesso.

La maggior parte delle persone potrebbe ritenere una perdita di tempo il cercare di tenere traccia di tutti questi cambiamenti, ma in realtà non lo è.
Essi infatti influenzano inevitabilmente la scelta delle diverse piattaforme di collaboration per le nostre aziende.
E infatti l’obiettivo di questo articolo, oltre a illustrare la situazione creatasi nel mondo dei servizi di collaboration, è proprio fare chiarezza su ciò che è necessario prendere in considerazione quando si cerca una piattaforma di collaboration adatta alla propria azienda.

Il panorama rimarrà disordinato.

La spartizione del mercato tra i maggiori fornitori di UC è in gran parte fatta.
Non ci sono grandi posti vacanti, né spazi per comprare o fondersi.
I provider di collaboration di terza categoria potrebbero ancora sfondare e catturare l'attenzione del mercato più ampio, soprattutto se concentrati sull’intelligenza artificiale (grande trend di quest'anno).

Detto questo, è improbabile che nel prossimo futuro entrino in campo giocatori completamente nuovi.
Le barriere all'ingresso stanno aumentando e i venditori non ancora testati potrebbero avere difficoltà a reperire sul mercato il capitale di sviluppo necessario per andare avanti.
Non sappiamo di chi si parlerà tra cinque anni, ma probabilmente sarà qualcuno di cui già si parla ora.
Ma tutto questo non significa che stia arrivando un periodo di stabilità.
Gli hacker continueranno a “disturbare” e probabilmente nel 2018 si spingeranno ancora più in là.

2018 = Intelligenza artificiale.

Proprio come il cloud ha dominato il 2017, l'AI è la tendenza principale di quest'anno.
Ciò è sorprendente anche e soprattutto perché l'AI non ha fatto passi così grandi così rapidamente, come avremmo invece potuto pensare.
In ogni caso, anche se c’è ancora molta strada da fare, l’intelligenza artificiale fa parte anche del mondo della collaboration e va quindi inclusa nello schema.

Ogni grande brand ha un programma diverso quando si tratta di AI.
Alcuni stanno investendo pesantemente; altri meno.
Alcuni vogliono che l'AI sia una parte centrale delle loro piattaforme, adesso e ancora di più in futuro.
Per altri invece, l'intelligenza artificiale è poco più di un termine pubblicitario per descrivere quello che fanno ormai da anni.
Se ti trovi di fronte al dover fare una scelta per la tua collaboration, devi tenere conto di questa variabile.
È necessario determinare quanto velocemente e quanto lontano il tuo fornitore vuole andare con l'intelligenza artificiale, ma soprattutto in che modo influisce (o influirà) sulle loro soluzioni.

Nel futuro (breve), la telefonia potrebbe diventare completamente obsoleta.

Il pensiero legato alla collaboration deve cambiare.
La telefonia potrebbe infatti non essere più necessaria col passare degli anni, perché il ruolo stesso delle telefonate in ufficio sta cambiando.
Quindi, anche se hai bisogno della parte di telefonia, la tua futura piattaforma di collaboration potrebbe non contemplarla nella sua offerta.

Con l'ascesa dell'IA nelle soluzioni di collaboration, la voce verrà utilizzata non tanto da persona a persona (P2P) quanto da persona a macchina (P2M) .
Cioè, in pochi anni, è più probabile che parlerai con un assistente vocale piuttosto che chiamare realmente qualcuno al telefono.
Questo significa che le decisioni che prendi in merito alla collaboration ora influiranno sulla fluidità (o meno) della tua azienda nella transizione.

Nessun venditore può fare tutto.

Mentre i tuoi lavoratori più giovani usano più facilmente Slack, i più “anziani” potrebbero invece preferire l'email o anche il telefono.
I tuoi clienti magari preferiscono interagire su Facebook.
Ecco perché le piattaforme che usi devono essere in grado di supportare tutte le esigenze.

Se non lo hai già fatto, probabilmente dovrai investire in più soluzioni per realizzare la completa collaboration.
Ciò significa che è necessario mappare attentamente le esigenze di collaboratori e clienti, tenendo però a mente che più piattaforme porteranno nuove sfide per la gestione IT.
Sappi che sarà difficile ottenere il tutto in un’unica soluzione: i fornitori di collaboration sono infatti diventati sempre di più specializzati

Non tutto è basato sul cloud (per ora).

Mentre il passaggio al cloud è ovviamente diventato una tendenza importante, le soluzioni e le piattaforme in sede rimangono comuni e addirittura preferibili per alcune organizzazioni.
Molte offerte di collaborazione sono però solo su cloud.
Se la tua organizzazione è alla ricerca di un partner, la possibilità di integrare e supportare sia i modelli cloud che quelli in sede dovrebbe essere qualcosa da prendere in considerazione.
Per sapere quanto andrà d’accordo la piattaforma di un potenziale partner con le tue peculiarità, dovrai prima analizzare proprio quest’ultime e le tue necessità in generale.
Solo in questo modo potrai determinare con certezza il partner più adatto per la tua azienda e per il tuo business.

HAI BISOGNO DI CONSIGLI PER TROVARE LA SOLUZIONE ADATTA ALLA TUA AZIENDA? CONTATTACI

Alessandro Bosso

Mi piace leggere di tutto e tenermi aggiornato sulle novità del mondo, soprattutto quello informatico. Amo tutto ciò che è nuovo, ogni progetto mi dà slancio per crescere e migliorare

Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Partner
Contact & Addresses

Via Zucchi, 39/C 20095 Cusano Milanino (MI)
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Varie
Informativa sulla privacy
Informativa sui cookie
Mappa del sito
Glossario
Partner
Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Partner
ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY