Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
      Info Commerciali:  800.180.700 | Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      Aggiornati insieme a noi
      Slider
      5 modi semplici (ma efficaci) per aumentare la sicurezza dei tuoi dati

      5 modi semplici (ma efficaci) per aumentare la sicurezza dei tuoi dati

      Martedì, 26 Febbraio 2019 14:17

      I dati aziendali sono molto di più che semplici informazioni di proprietà. 

      La maggior parte delle piccole imprese conserva in archivio anche informazioni relative a dati bancari dei propri clienti e conserva i registri elettronici dei dipendenti, oltre a informazioni sensibili relative agli affari.
      Una violazione di questi dati interrompe le operazioni di base e può danneggiare la tua reputazione, senza contare che potrebbe costarti anche una cifra considerevole.
      Symantec, infatti, ha recentemente pubblicato uno studio che descrive come gli attacchi informatici contro le piccole imprese sono in aumento e si prevede che aumenteranno ancora nei prossimi anni.
      Solo negli Usa, secondo il Better Business Bureau, le piccole imprese statunitensi hanno perso in media 79.841 $ dagli attacchi informatici nel 2017.
      Cosa succederà nel 2019? Non possiamo saperlo, ma di sicuro ha senso intervenire per evitare queste potenziali perdite.
      Ecco come:

      Conduci un audit di sicurezza informatica.

      Il modo migliore per difendersi da un attacco informatico è capire le aree di vulnerabilità e sviluppare un piano d'azione per affrontarle.
      La Financial Industry Regulatory Authority (un ente americano) ha creato una lista di controllo per la sicurezza informatica delle aziende di piccole dimensioni che è scaricabile gratuitamente.
      In pratica, uno strumento di controllo che consente di identificare le aree in cui i dati sono vulnerabili allo sfruttamento esterno.
      La checklist indica anche altre esigenze, come la formazione alla gestione dei dati dei dipendenti, i sistemi di risposta agli incidenti e altre azioni che è possibile intraprendere per proteggere meglio i dati.
      L'elenco di controllo include le aree in cui è necessario documentare i passaggi di risoluzione necessari per proteggere meglio le informazioni.
      Una volta completato, l'elenco di controllo ti mostrerà esattamente a che punto ti trovi attualmente rispetto alla sicurezza dei tuoi dati, oltre a fornirti un piano d'azione dettagliato per il miglioramento.
      Se credi di non essere in grado di svolgere da solo questo compito, esistono società specializzate proprio in questo tipo di audit che possono darti una mano. Ti basterà contattarle e fissare un appuntamento.

      Allenati e controlla i tuoi dipendenti.

      La formazione dei dipendenti per la gestione sicura dei dati è importante, ma lo è anche per insegnare al team a identificare e segnalare potenziali violazioni interne.
      L'IBM 2016 Cyber ​​Security Intelligence Index ha rilevato che il 60% di tutti gli attacchi informatici sono stati effettuati da persone all'interno delle aziende intervistate.
      Di questi attacchi interni, i tre quarti sono stati eseguiti con intenzioni malevole e l'altro quarto è stato commesso involontariamente.
      Per le piccole imprese, proteggersi da questo tipo di minaccia interna inizia con il processo di assunzione.
      La prima cosa da fare sarà quindi formare i dipendenti sulle misure di cybersicurezza all'interno dell'azienda e rivedere le sanzioni, sia interne che penali, per le violazioni intenzionali.
      Quando un dipendente lascia invece, volontariamente o meno, sarebbe una buona cosa condurre un colloquio di “out-boarding” che riveda il suo lavoro e tutte le password e altri codici di sicurezza che la persona ha usato, in modo da assicurarsi che l’ex dipendente non possa più avere accesso alle operazioni aziendali dopo la sua partenza.

      Gestisci l'accesso alle informazioni.

      Poiché la maggior parte degli attacchi informatici si verificano da fonti interne, un altro modo per proteggere i dati è limitarne l'accesso.
      Non tutti i dipendenti hanno bisogno di accedere a ogni account, database o file.
      Rivedi i ruoli di tutti i tuoi dipendenti all'interno dell'azienda e concedi loro l'accesso solo alle informazioni di cui hanno davvero bisogno per svolgere il loro lavoro.
      Secondo CompuQuip, dovresti classificare i tuoi dati e impostare controlli o strumenti per gestirne l'accesso.
      Questo processo protegge i tuoi dati in due modi.
      Innanzitutto, limita la quantità di informazioni a cui ogni dipendente può accedere, riducendo così l'ammontare di danni che possono verificarsi se questi dati vengono utilizzati per scopi non professionali.
      In secondo luogo, limiterà anche il danno che può verificarsi se il dipendente è vittima di un attacco di phishing o di un malware, poiché non tutti i sistemi di dati saranno accessibili da queste minacce.

      Imposta aggiornamenti automatici dei software.

      I criminali informatici analizzano i programmi software per le vulnerabilità e sfruttano tali punti deboli laddove possibile.
      Più recente è la versione del software in esecuzione, più è protetto dagli attacchi. Secondo Comodo Antivirus, l'aggiornamento dell'antivirus, del sistema operativo e di altri software riduce regolarmente il rischio di essere infettati da malware o di essere vittime di attacchi ransomware.
      Poche aziende hanno il tempo di aggiornare i loro sistemi su base regolare, ma la maggior parte dei pacchetti software offre la possibilità di aggiornamenti automatici.
      L'utilizzo di questa funzione è una delle migliori protezioni contro le minacce esterne.

      Utilizza una rete virtuale decentralizzata.

      Potresti pensare di essere “al sicuro”, ma molti sistemi di messaggistica aziendale e di comunicazione potrebbero raccogliere i tuoi dati aziendali e la cronologia delle comunicazioni.
      Queste informazioni possono essere utilizzate dalla piattaforma per scopi personali o persino vendute ad altre società ovviamente senza il tuo permesso. Le parole “Cambridge Analytica” non ti dicono niente?
      La realtà è che la delega dei dati e della privacy a un sistema esterno ti rende vulnerabile a questo tipo di uso improprio delle tue informazioni.
      Per questo motivo, gli esperti di Zangi Messenger consigliano di creare una propria rete di comunicazione sicura e indipendente per il pieno controllo dei dati aziendali.
      Questa rete verticale decentralizzata deve essere ospitata sui propri server o nel cloud aziendale, assicurandoti così il ​​controllo completo su chi ha accesso alle tue informazioni e su come queste vengono utilizzate.
      La condivisione di documenti, la messaggistica e altre attività commerciali standard potranno quindi verificarsi ovunque senza il rischio di violazioni dei dati o download di malware, rendendo questa soluzione ideale per le piccole aziende che svolgono molti affari lontano dall'ufficio.

      IN SOTEHA ABBIAMO PROFESSIONISTI SPECIALIZZATI IN SICUREZZA INFORMATICA. CONTATTACI PER UNA CONSULENZA! 

      Indirizzi e contatti

      Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
      Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
      tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      SOTEHA S.r.l. Socio Unico
      Sede legale: Via Ticino, 6
      20095 Cusano Milanino (MI)
      CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
      Capitale sociale € 20.000,00
      P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

      Partner
      ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY
      sicurezza.net