Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
      Info Commerciali:  800.180.700 | Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      Aggiornati insieme a noi
      Slider
      Come implementare il cloud ibrido

      Come implementare il cloud ibrido

      Giovedì, 03 Ottobre 2019 07:42
      Pubblicato in Applicaton Cloud

      Le aziende spesso scelgono di implementare l'infrastruttura cloud ibrida perché desiderano i vantaggi del cloud pubblico ma non sono pronte a chiudere il loro data center legacy.

      Un'architettura cloud ibrida non è facile da avviare. I professionisti dell’Information Technology devono essere consapevoli di una serie di misure da adottare tra cui: networking, costi di gestione e sicurezza.


      Tre suggerimenti per l'infrastruttura del cloud ibrido

      Scegli il modello adatto di cloud ibrido

      Dopo aver scelto di adottare un approccio ibrido, occorre decidere quale tipo di infrastruttura cloud ibrida distribuire, eterogenea o omogenea, in base alle esigenze di budget, prestazioni e gestione. Un cloud ibrido omogeneo è in genere più economico e più semplice quando si tratta di installazione, operazioni e gestione. In questo modello, un singolo fornitore fornisce il software, che è progettato per funzionare allo stesso modo nei locali e nel cloud.

      Con servizi come Azure Stack, AWS Outposts e Google Cloud Anthos, l'interesse per l'architettura omogenea del cloud ibrido continua ad aumentare. Sebbene uno dei loro vantaggi sia la mancanza di complessità, questi modelli di implementazione presentano rischi di blocco del fornitore. Al contrario, un cloud ibrido eterogeneo è costruito con ambienti privati ​​e pubblici provenienti da diversi provider, come AWS associato a OpenStack. L'approccio eterogeneo è più complicato nella fase iniziale, ma gli utenti avranno un maggiore controllo sui cambiamenti delle infrastrutture in futuro. 

      Imposta il flusso di lavoro

      Dopo aver selezionato un modello di infrastruttura cloud ibrida, mappare i flussi di lavoro per evitare problemi di rete e prestazioni. 

      - Innanzitutto, occorre definire dove sono ospitati i componenti dell'applicazione per mantenere alte le prestazioni e ridurre i costi. Dividi i componenti in tre gruppi in base a dove funzionano meglio: il cloud pubblico, il data center o entrambi. Dopo l'assegnazione dei componenti, progettare i flussi di lavoro e la connettività di rete.

      - Successivamente, definire e creare i punti di attraversamento del flusso di lavoro tra il front-end del cloud e il back-end del data center. Controlla centralmente questi flussi di lavoro per garantire prestazioni adeguate e mantenere i vantaggi di elasticità del cloud pubblico, nonché i vantaggi di sicurezza del data center privato.

      - Quindi, gestisci lo spazio degli indirizzi VPN. In genere, le aziende stabiliscono le proprie VPN con indirizzi IP privati ​​e dovrebbero definire subnet IP per utenti e applicazioni. Segui il modello del contenitore e crea sottoreti private per ogni applicazione, con solo interfacce esterne tradotte in uno spazio di indirizzi VPN. Assegna subnet a ciascun componente dell'applicazione per assicurarti che siano sempre accessibili, anche se condivise da più app.

      - Non è insolito che una strategia di cloud ibrido includa applicazioni scalabili in esecuzione nel data center e nel sistema cloud. Questo può creare problemi di gestione degli indirizzi, quindi assicurati che il tuo bilanciamento del carico sia attrezzato per configurazioni complesse.

      Riforma il posizionamento dei dati

      Il trucco per una strategia cloud ibrida di successo è imparare dove archiviare i dati e come recuperarli, il tutto minimizzando i costi. Lo spostamento dei dati può comportare fatture elevate nel cloud, quindi è fondamentale posizionare i dati in modo saggio. Le organizzazioni possono ospitare dati nel cloud, in un data center o in entrambi. La maggior parte delle app ibride utilizza il cloud pubblico come origine delle transazioni front-end e il data center per l'elaborazione delle transazioni. Il traffico in ingresso è generalmente gratuito, quindi è più conveniente avere il cloud ricevere i dati dal data center. L'aumento del movimento tra ambienti crea la necessità di una connessione più ampia e più costosa tra il cloud e il data center. Occorre pensare attentamente all'hosting del database. Database più piccoli possono essere eseguiti in parallelo in entrambi gli ambienti e database di riepilogo possono essere eseguiti sul cloud pubblico. Tuttavia, non è possibile collocare sistemi più grandi nel cloud perché comporterebbe costi di uscita elevati per l'elaborazione dei dati in locale.

      Indirizzi e contatti

      Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
      Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
      tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      SOTEHA S.r.l. Socio Unico
      Sede legale: Via Ticino, 6
      20095 Cusano Milanino (MI)
      CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
      Capitale sociale € 20.000,00
      P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

      Partner
      ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY
      sicurezza.net