Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
      Info Commerciali:  800.180.700 | Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      Aggiornati insieme a noi
      Slider
      Le licenze hardware di Cisco sono un problema?

      Le licenze hardware di Cisco sono un problema?

      Lunedì, 26 Luglio 2021 09:49
      Pubblicato in Cisco Meraki
      In un mondo sempre più evoluto dove tutto sembra “ as a service” e nulla si possiede più, tutto viene concesso in licenza come abbonamento. Ultimamente Cisco è stata messa al centro dell’attenzione per il suo modello di licenze, ma vediamo più nel dettaglio.L’ hardware può essere considerato un servizio? Secondo Cisco è così: l’hardware è un servizio è può essere utilizzato pagando la licenza come abbonamento.


      Cisco e le licenze per l’hardware

      Come detto i servizi ad abbonamento si stanno diffondendo in diversi settori e per diversi prodotti. Questo vale anche per le apparecchiature di rete: Cisco chiede una licenza ad abbonamento per alcuni prodotti, come per fornire per definizioni aggiornate ai firewall e ai prodotti “statici” che non richiedono aggiornamenti per le proprie funzioni.

      Da ottobre 2018 Cisco ha cominciato ad applicare il modello “ Smart License” ad alcuni prodotti che non richiedevano licenze ad abbonamento. Quindi la licenza si trova sui server cloud che sono in costante contatto con i device. Questo garantisce che questi operino in base a quanto permesso dalla licenza stessa. In questo modo è più semplice gestire tutti i propri dispositivi.

      Il lato negativo è che non è chiaro cosa succede quando si rinnova la licenza, infatti un tempo era sufficiente acquistare l’hardware e installare una licenza per il software che veniva eseguito. Questo permetteva di far funzionare il dispositivo indipendentemente da Cisco.

      Smart License fa sì che il device venga legato a uno specifico account e che Cisco controlli le funzionalità, per quanto tempo e da chi possa essere utilizzato. Quindi c’è più controllo.

      Per rendere tutto più chiaro si può fare l’esempio della cessione del dispositivo a un terzo nel mercato dell’usato: una volta bastava vendere l’hardware e i passaggi tecnici per l’installazione, adesso non basta più vendere il dispositivo, poiché questo è legato all’account. Sembra che esista una procedura per legarlo a un secondo account, ma prevede un dispendio economico alto, al punto da rendere vano l’acquisto di un usato.

      Un secondo caso lampante è quello della fine del supporto Cisco. Una volta si poteva continuare a utilizzare il dispositivo fino alla sua rottura fisica, anche ben oltre dopo la fine del supporto. Adesso se Cisco non rinnova la licenza, la fine del supporto potrebbe significare la fine del rinnovo delle licenze, quindi la mancata funzionalità delle del device.

      Cisco spiega che i dispositivi hanno un periodo di valutazione durante il quale la funzionalità è quasi sempre mantenuta intatta. Si ha tempo un anno per utilizzare il dispositivo prima che la modalità di valutazione - della durata di 90 giorni - entri in atto. Il problema sorge nella difficoltà di Cisco di comunicare il corretto funzionamento di Smart License. L’azienda scrive che “ non c’è alcun impatto sulle funzionalità al momento”, ma questo lascia predire che ci possa essere in futuro un cambiamento.
      Indirizzi e contatti

      Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
      Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
      tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      SOTEHA S.r.l. Socio Unico
      Sede legale: Via Ticino, 6
      20095 Cusano Milanino (MI)
      CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
      Capitale sociale € 20.000,00
      P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

      Partner
      ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY
      sicurezza.net