Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
      Info Commerciali:  800.180.700 | Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      Aggiornati insieme a noi
      Slider
      Come risolvere 5 comuni messaggi di errore vmware srm

      Come risolvere 5 comuni messaggi di errore vmware srm

      Martedì, 27 Agosto 2019 08:21
      Pubblicato in Virtualizzazione
      È possibile utilizzare VMware Site Recovery Manager per proteggere le macchine virtuali e le applicazioni in esecuzione su di esse.

      Quando si verificano errori SRM, attenersi alla seguente procedura per risolverli facilmente

      VMware Site Recovery Manager consente agli amministratori IT di creare un piano di ripristino affidabile per le loro macchine virtuali. Come nel caso di qualsiasi software, ci sono situazioni in cui un amministratore IT potrebbe ricevere messaggi di errore inaspettatamente. Alcuni degli errori più comuni di VMware SRM includono l'impossibilità di ripristinare un archivio dati o la negazione delle autorizzazioni per determinate operazioni. È possibile risolvere facilmente tali errori con alcune semplici soluzioni alternative.

      1. Impossibile ripristinare il datastore Due cose principali possono causare questo messaggio di errore:

      Se due istanze dello stesso archivio dati esistono nello stesso sito di ripristino di emergenza (DR) o se due archivi dati contengono gli stessi dati, anche se hanno nomi diversi. È possibile correggere questo problema eseguendo nuovamente la scansione dell'adattatore del bus host sul sito DR, che dovrebbe far scomparire uno dei datastore. Questo problema può verificarsi anche quando l'array di archiviazione non è in grado di rilevare lo snapshot per il numero dell'unità logica con failover. È possibile risolvere questo problema configurando SRM per eseguire una seconda scansione. SRM 4.0 e SRM 5.0.1 offrono entrambe questa opzione e puoi trovarla in Impostazioni avanzate nella sezione SanProvider versione 4.xo StorageProvider 5.0.1.

      2. L'operazione non è supportata sull'oggetto VMware SRM

      Copia i dati su un sito secondario utilizzando vSphere Replication per proteggere le macchine virtuali e le applicazioni in esecuzione su di esse. Di tanto in tanto, quando si tenta di creare un gruppo protezione dati o di proteggere una singola macchina virtuale, è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di errore: Impossibile creare la macchina virtuale segnaposto nel sito di recupero: Impossibile creare la macchina virtuale di recupero: l'operazione non è supportata sull'oggetto. VMware ha risolto questo particolare problema nella versione 4.1.2 di SRM, ma è ancora possibile trovarlo nella versione 4.0 di SRM. Il problema deriva da un problema con l'impostazione Dimensione RAM della scheda video sulla VM interessata. Nella maggior parte dei casi, è possibile risolvere questo problema modificando l'impostazione Dimensione RAM della scheda video. Se l'opzione Rileva automaticamente impostazione video è abilitata, la dimensione RAM totale del video effettiva deve essere impostata su 4 MB. Il client vSphere potrebbe richiedere di invocare Modifica impostazioni due volte prima di consentire la modifica delle impostazioni Dimensione RAM della scheda video. Ciò deriva da una limitazione che ti impedisce di modificare più impostazioni contemporaneamente.

      3. Supporto dispositivo incompatibile specificato per il dispositivo 0

      Un altro errore comune in VMware SRM è il supporto del dispositivo incompatibile specificato per l'errore del dispositivo 0. Ciò si verifica quando SRM tenta di mappare un disco non valido o non disponibile su una macchina virtuale. Diverse condizioni possono innescare questo errore, ma si verifica spesso quando un amministratore ha configurato un modello di macchina virtuale per utilizzare un'unità floppy virtuale o un'unità CD-ROM virtuale. In questa situazione, il primo passo è convertire il modello in una macchina virtuale. Dopo averlo fatto, rimuovere il disco floppy virtuale o il disco CD-ROM virtuale. Al termine, riconvertire la VM in un modello. Ora dovresti essere in grado di distribuire il modello.

      4. L'autorizzazione a eseguire questa operazione è stata negata

      Un problema comune con le nuove distribuzioni SRM è l'impossibilità di creare gruppi di protezione. Quando ciò accade, ricevi un messaggio che indica: Errore: impossibile creare la macchina virtuale segnaposto nel sito di ripristino: l'autorizzazione per eseguire questa operazione è stata negata. Questo messaggio di errore proviene spesso da un problema di autorizzazione causato dal metodo di installazione di SRM. Una delle principali limitazioni a VMware SRM è che l'utente VMware SRM deve essere lo stesso utente che ha installato SRM. Di conseguenza, è necessario creare un account dedicato con autorizzazioni amministrative e utilizzare tale account per l'installazione, anziché un account amministratore generico o il proprio account personale.

      Se è necessario ripristinare le autorizzazioni, attenersi alla seguente procedura:
       1.Riavviare il servizio vCenter Server sul sito protetto e sul sito di ripristino.
       2. Riavviare il servizio SRM su entrambi i siti.
       3. Accedere come amministratore locale e connettersi al server vCenter su entrambi i siti.
       4.Assicurarsi che l'utente che ha installato SRM disponga delle autorizzazioni amministrative su entrambi i siti.
       5. Interrompere la connessione tra i due siti, quindi ristabilire l'associazione durante l'accesso come utente che ha installato SRM.

      5. Un parametro specificato era errato Potresti anche ottenere un'indicazione che il parametro RemoteSite.name non è corretto.

      Questo problema tende a verificarsi quando il nome di un sito associato cambia in modo imprevisto. Ciò può accadere se si modifica manualmente il nome utilizzando l'utilità SRM-Config o può accadere a causa di una nuova installazione di SRM. L'unico modo per risolvere questo problema è impostare il nome del sito remoto in modo che corrisponda al nome memorizzato nel database del sito locale. Per fare ciò, innanzitutto, determinare il nome del sito remoto così com'è nel database. Puoi farlo accedendo al sito locale usando il plugin SRM. La pagina principale dell'interfaccia utente dovrebbe elencare il nome del sito associato. Una volta che lo sapete il nome utilizzato per il sito remoto nel database del sito locale, è necessario aggiornare il sito remoto per utilizzare quel nome. Utilizzare una finestra del prompt dei comandi sul server SRM remoto. Iniziare il processo accedendo alla directory bin di SRM, generalmente situata in C: \ Programmi \ VMware \ VMware vCenter Site Recovery Manager. Quindi, esegui il comando seguente: SRM-CONFIG –CMD –UPDATEVC –CFG .. \ config \ vmware-dr.xml –SITENAME "" Al termine, è sufficiente riavviare il servizio SRM, quindi ricreare gli accoppiamenti del sito.
      Indirizzi e contatti

      Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
      Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
      tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      SOTEHA S.r.l. Socio Unico
      Sede legale: Via Ticino, 6
      20095 Cusano Milanino (MI)
      CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
      Capitale sociale € 20.000,00
      P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

      Partner
      ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY
      sicurezza.net