Stare al passo
Slider

Cose da sapere sulla collaboration del futuro

Giovedì, 04 Gennaio 2018 16:09 Scritto da

Mentre ci addentriamo nel 2018, è tempo di riflettere sullo stato di quell’ambito informatico che chiamiamo collaboration. Ambito in cui, oltre a esserci un costante cambiamento, molti dei cambiamenti sono di vasta portata.


Ed è probabile che trasformino non solo la collaboration, ma l'essenza stessa del lavoro.

La prima cosa da tenere a mente è che non bisogna scoraggiarsi. Nessuno può rimanere all'avanguardia di tutte le tendenze. Nessuno ha nemmeno il dovere di superare tutti gli altri. Quel che conta è non sentirsi e non essere troppo indietro

La collaboration, a differenza di tanti prodotti e servizi informatici, è un servizio o una piattaforma che viene sempre più ospitata “fuori sede”, ovvero, da qualche parte nel cloud. È un prodotto essenzialmente virtuale e quindi se al momento dell’acquisto non si comprendono le tecnologie associate, è difficile sapere cosa si sta ricevendo e dove si trova il valore del business.

 

I pro e i contro del cambiamento

La collaboration è solo una delle numerose priorità che l'IT manager deve gestire: ci sono stati un sacco di cambiamenti nel corso del 2017 e ci saranno altri arrivi nel nuovo anno. Alcuni di questi cambiamenti sono abbastanza invasivi e rappresentano un rischio per le decisioni da prendere in merito alla collaboration. Altri rappresentano opportunità per rendere la collaboration strategica per il business. Ecco alcuni esempi di entrambe le estremità dello spettro del cambiamento.

 

Cambiamenti chiave: i pro

 

  1. Le soluzioni di collaboration diventano meno incentrate sulla voce

L'esperienza di collaboration si evolverà per fare più affidamento su messaggistica e video. La distribuzione diventerà più semplice, le soluzioni saranno meno costose e le piattaforme saranno più allineate con le preferenze dei millennials.

 

  1. L'AI sta arrivando

L'AI sarà la tendenza dominante della collaboration per il 2018. Le applicazioni attuali sono piuttosto elementari, ma le cose si stanno evolvendo rapidamente. Sebbene possiamo aspettarci che i flussi di lavoro vengano presto automatizzati, il mercato della collaboration si sta affollando e bisogna valutare molto bene le offerte.

 

  1. Vasta gamma di scelta

Il cloud è stata la grande tendenza per il 2017 e continuerà fino al 2018 e oltre. Sia il cloud che l'intelligenza artificiale rappresentano un cambiamento positivo, perché aggiungono nuove opzioni di scelta.



Cambiamenti chiave - i contro

 

  1. Il consolidamento continua

Il 2017 ha visto importanti forme di consolidamento, principalmente tra i venditori, ma anche tra i fornitori di servizi. Ciò potrebbe produrre alcune economie di scala, ma a un costo, dal momento che ora ci sono pochi fornitori indipendenti più piccoli da cui acquistare. Il potere di mercato sta cadendo in meno mani, rendendo ancora più difficile l'emergere di nuovi giocatori.

 

  1. Collaboration difficile da definire

Per scegliere un sistema di collaboration, il professionista IT non solo ha da scegliere tra un ampio pool di fornitori, ma deve pure scegliere il sistema di collaboration più adatto alla sua azienda. Con l'evolversi della tecnologia, questo lavoro diventerà sempre più difficile, e non più facile.

 

  1. Impatto sulla neutralità della rete

L'attuale clima politico non promette nulla di buono per questo pilastro dell'economia di Internet, e le implicazioni si faranno sentire in tutti gli strati della società. Questo è un problema che riguarda tutti coloro che utilizzano Internet e, anche se è troppo presto per dire cosa questo significhi per la collaboration, ci saranno delle implicazioni che i responsabili delle decisioni IT dovranno prendere in considerazione.



- SMART CHAT SOTEHAun servizio di collaboration che consente di comunicare via chat e video-conferencecondividere file e messaggi vocali  >  scopri di più

- CISCO SPARK, un nuovo strumento che porta sul cloud sistemi di telefonia, messaggistica e videoconferenza   scopri di più

Soteha con Cisco approfondirà l’argomento Collaboration e Smart Working durante il ciclo di incontri #BusinessHub Meeting a partire da gennaio 2018 presso la propria sede Zucchi39 – Loft Technology... Vi terremo aggiornati!

Sergio Marchese

dalle connessioni analogiche alla fibra, da oltre 20 anni nel mondo IT. Attento al cambiamento, amante della tecnologia e delle sfide, confeziono soluzioni IT alle aziende.  Problem solver, preciso  e sempre sul pezzo.

Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 Cusano Milanino (MI)
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6 20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965 Capitale sociale € 20.000,00 - P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Contact & Addresses

Via Zucchi, 39/C 20095 Cusano Milanino (MI)
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6 20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965 Capitale sociale € 20.000,00 - P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Varie
Informativa sulla privacy
Informativa sui cookie
Mappa del sito
Glossario