Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
Aggiornati insieme a noi
Slider

Sito hackerato. 1 su 3 è vulnerabile

Giovedì, 17 Dicembre 2015 14:39 Scritto da
Pubblicato in Security - Privacy

Un nuovo articolo pubblicato da Menlo Security, ha riportato l’allarmante indiscrezione secondo la quale almeno un terzo dei migliori siti al mondo rischia di essere infettato da malware esterni. La notizia è stata ritenuta attendibile; Menlo ha scansionato 1,75 milioni di URL per verificare il loro potenziale grado di malignità, controllando gli indirizzi IP, e verificando il software in uso di ogni sito. I risultati sono sbalorditivi: un sito su cinque presenta software vulnerabili, e un sito su venti è stato classificato come portatore di malware o spam.

 Il report dimostra come il concetto di sito “affidabile” oramai sia un’utopia; con un miliardo di siti online e oltre 100,000 creati ogni giorno, le pagine aziendali risultano minacciate costantemente da fattori al di fuori di ogni controllo. Un esempio è l’attacco a Forbes.com in cui gli hackers hanno sfruttato una vulnerabilità di Wordpress per introdurre codici maligni nel sito per un periodo di tempo indefinito.

Il CTO di Menlo Security, ha dichiarato: “I server vulnerabili sono stati sfruttati da cyber criminali per lanciare malware ad insospettabili utenti finali. Le aziende incontreranno rischi sempre più grandi. Questo è dovuto principalmente al fatto che la maggior parte delle imprese, per ragioni di privacy, non ispeziona il traffico e questo porta a una facilità di intrusione dei malware senza essere intercettati”.

Quindi di quali siti e settori ti puoi fidare? Le peggiori pagine web sono quelle che promuovono contenuti violenti e che si classificano con il 35% di pericolosità. Inoltre, il report segnala con preoccupazione le cifre riguardanti i siti appartenenti a settori tipicamente “sicuri” (medicina, salute, trasporti ecc.) che hanno mostrato quasi il 20 % di rischio.

Qual’è la soluzione? Abbiamo già visto più di 70 miliardi spesi in strumenti di sicurezza in internet nel 2014, ma nonostante questo il malware risulta sempre un passo avanti. Un incidente simile all’ attacco Forbes diventerà sempre più comune finché qualcuno non deciderà di sviluppare un nuovo strumento che possa completamente contrastare gli attacchi su internet prima che gli hacker raggiungano il proprio obiettivo, piuttosto che investire in nuovi strumenti che migliorino il lavoro di individuazione di sistemi infetti.

Andrea Brioschi

Senior system engineer, esperto di infrastrutture, ambienti di virtualizzazione e networking enterprise

Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Partner
Contact & Addresses

Via Zucchi, 39/C 20095 Cusano Milanino (MI)
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Varie
Informativa sulla privacy
Informativa sui cookie
Mappa del sito
Glossario
Partner