• Italiano (IT)
  • English (UK)
Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
Contattaci: +39.0266043166 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Info Commerciali: 800.180.700
blog_soteha_7
Aggiornati insieme a noi
Slider
Come proteggersi da Cryptolocker e Ransomware

Come proteggersi da Cryptolocker e Ransomware

Giovedì, 30 Giugno 2016 15:47 Scritto da
Pubblicato in Security - Privacy

Il trend degli attacchi ransomware è in continua crescita da un anno a questa parte; le vittime principali risultano essere multinazionali, complessi ospedalieri, strutture pubbliche. Rispetto al 2015 si conta un numero di virus sei volte superiore.

La domanda che tutti si pongono è la stessa: perché gli attacchi ransomware stanno avendo la meglio sulla sicurezza?

Primo, è importante capire che la maggior parte (se non tutte) delle vittime utilizzano programmi senza un antivirus aggiornato. In aggiunta a questo, i rapidi cambiamenti delle versioni dei ransomware rendono sempre più difficile la loro identificazione da parte dei sistemi di security.

I metodi che usano per attaccare i loro bersagli sono ben studiati e difficili da eliminare a prescindere dall’ abilità delle aziende di far fronte agli inconvenienti. I più utilizzati includono email infette e download nascosti che sfruttano le vulnerabilità del sistema. Recentemente si è diffuso in maniera capillare il furto di credenziali da parte degli hacker con successiva richiesta di riscatto in cambio dello sblocco delle stesse.

 

Cosa si può fare? Nonostante il grande numero di attacchi e le difficoltà a identificarli, esistono una serie di precauzioni che possono limitare i danni:

 

    • Eseguire in maniera costante il backup dei dati, soprattutto quelli più critici per lo svolgimento delle attività aziendali;

 

    • Utilizzare firewall e misure di sicurezza sempre aggiornate e ad ampio raggio;

 

    • Installare regolarmente le patch per le vulnerabilità dei software;

 

    • Formare il personale sui rischi riguardanti la sicurezza informatica e i malware;

 

  • Non pagare riscatti agli hacker ma rivolgersi ad aziende specifiche.

 





Fonte: http://thehackernews.com
Andrea Brioschi

Senior system engineer, esperto di infrastrutture, ambienti di virtualizzazione e networking enterprise

Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Partner
Contact & Addresses

Via Zucchi, 39/C 20095 Cusano Milanino (MI)
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Varie
Informativa sulla privacy
Informativa sui cookie
Mappa del sito
Glossario
Partner
Indirizzi e contatti

Via Zucchi, 39/C 20095 - Cusano Milanino (MI)
Ingresso Via Zucchi 39 G - Int. 3
tel: (+39) 0266043166 - fax: (+39) 0266048942
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOTEHA S.r.l. Socio Unico
Sede legale: Via Ticino, 6
20095 Cusano Milanino (MI)
CCIAA / R.E.A. Milano 1617965
Capitale sociale € 20.000,00
P.IVA 02967250966 C.F. 02095410649

Partner
ZUCCHI39 LOFT TECHNOLOGY